top of page

ARCAO da giovedì 23/5 a domenica 26 in gita in Abruzzo

BORGO.jpg

MARCO d'OGGIONO ALLA LUCE DEGLI ULTIMI STUDI

CONFERENZA DEL DOTT. GIOVANNI MORALE

    “Nuovi orientamenti di studio sul pittore oggionese” nel racconto del dott. Giovanni Morale, Vice Direttore del Museo d’Arte “Gallerie d’Italia” di Milano durante la conferenza organizzata dall’Associazione ARCAO con il patrocinio del Comune di Oggiono martedì 14 maggio presso l’Auditorium della Scuola Media.

Lo studioso ha sviluppato la figura e le opere del pittore oggionese, allievo di Leonardo, inserito nel contesto storico culturale dell’arte rinascimentale lombarda, alla luce dei recenti studi.

Il giudizio estetico nei confronti di un dipinto, ha sottolineato, cambia con il cambiare delle mode e dei periodi storici: quello che resta e che va apprezzato è ciò che l’artista ci ha trasmesso e che ancora è vivo nelle sue opere in termini storico- culturali. Proprio per questo il giudizio e l’interesse per l’opera di Marco d’Oggiono sta cambiando nell’ultimo periodo. I nuovi studi hanno messo in luce gli spunti innovativi, in termini storico-culturali, che l’artista ha saputo trasmettere, e che rivalutano tutta la sua opera, anche all’interno della scuola leonardesca lombarda.

Il relatore ha saputo catalizzare l’attenzione dei numerosi presenti per un’ora e mezza con la sua capacità di spiegare argomenti che, ai più, possono sembrare difficili e tediosi. Le esposizioni del dott. Morale sono sempre così coinvolgenti perché, oltre alle competenze, trasmettono la passione per l’arte e l’amore per il suo territorio d’origine. Il lungo e sincero applauso finale ha mostrato quanto il pubblico abbia apprezzato la “lectio magistris”.

                                 

  Evento organizzato dall'associazione ARCAO in occasione del 500° anniversario della scomparsa di Marco d'Oggiono.

PATROCINIO oGGIONO.png
tessera_acao1.jpg
LOCANDINA EVENTO MORALE.jpg

   Ogni prima domenica del mese, da maggio a ottobre.

   VISITE GUIDATE AL MUD (Museo Urbano Diffuso)

         per conoscere le opere di Marco d’Oggiono

        a cura dei volontari dell’Associazione ARCAO.

     La visita ha inizio di fronte al Battistero, alle ore 15

   Il percorso si svolge nel centro storico cittadino (lunghezza            1,5km, durata 1ora e 30 minuti)

              Per informazioni tel. 340 5965891

Per viste guidate e informazioni tel. 3405965891

Sono terminati i lavori di restauro dell'affresco di San Francesco nella chiesa di Sant' Agata a cura dell'associazione ARCAO,  grazie al sostanzioso contributo di alcuni nostri soci e dedicato in particolare alla memoria del dottor Michele Ariano.   

s. Francesco in s. Agata.jpg

                       IL S. FRANCESCO RITROVATO E ……. RESTAURATO

La nostra bella chiesetta di S. Agata si arricchisce di un’altra “chicca”: un’immagine di S. Francesco ritornato alla luce tre anni fa e adesso restaurato grazie alla generosità di alcuni soci dell’Associazione Archeologica, in particolare con un contributo dedicato alla memoria del Dott. Michele Ariano.

Non sappiamo con certezza quando e da chi sia stato dipinto questo affresco, sicuramente prima della costruzione del piano superiore della chiesa, probabilmente nel XVI secolo.

Il restauro ci ridà un’immagine del Santo di Assisi secondo l’iconografia tradizionale, con la classica veste, i sandali, la tonsura del capo, il cordone con i nodi delle regole francescane. Ma c’è anche un particolare curioso: l’accenno di un piccolo teschio bianco, forse a ricordare la caducità dell’uomo.

I lacerti ritrovati sulla faccia contigua del pilastro, invece, anche se ripuliti e migliorati, purtroppo non ci consentono di riconoscere il personaggio rappresentato.

Sul pilastro simmetrico, sul lato sinistro dell’abside, si intravvedono i segni di un’altra figura. I pochi lacerti rimasti non consentono assolutamente di riconoscerla, ma si potrebbe ipotizzare che sia S. Chiara, proprio per la consuetudine che si aveva allora di nominare e rappresentare insieme coppie di santi che venivano accomunati per la loro storia (S. Pietro e S. Paolo, oppure S. Gervasio e S. Protasio, o ancora S. Gioacchino e Sant’Anna e così via).

Il S. Francesco ritrovato testimonia la fede che gli oggionesi avevano per questo “gigante” della Chiesa; non a caso è stato raffigurato in grandi dimensioni e posto su un pilastro di sostegno dell’edificio, quasi ad indicare il sostegno spirituale che la figura del Santo ha saputo portare alla Chiesa stessa. Ad Oggiono era venerato e rappresentato nei luoghi di culto, c’era una piccola chiesa in località Bagnolo a lui dedicata. Si pensi anche al Polittico di Marco d’Oggiono, dove si ipotizza che le figure di Santi rappresentate siano quelle più care agli oggionesi, legate alla loro storia e al loro territorio: la figura di San Francesco è presente anche lì, a testimonianza di quanto la comunità oggionese lo ritenesse importante.

Sono tanti i motivi di interesse, pertanto invitiamo tutti i cittadini, i fedeli e gli appassionati d’arte a visitare la bella chiesa di S. Agata, aperta tutte le prime domeniche di ogni mese a cura dei volontari dell’associazione ARCAO.  

Programma gite 2024  

Attenzione: le gite sono aperte solo agli associati.

Per iscrizioni all'associazione ARCAO  tel.  3405965891

 VISITE GUIDATE GRATUITE alle opere di Marco d'Oggiono sul percorso del MUD e nella chiesa parrocchiale verranno proseguite tutte le prime domeniche di ogni mese con partenza dalla piazza della chiesa alle ore 15,00. Per i gruppi tutti i giorni su prenotazione. 
       Info e prenotazioni tel. 3405965891

aperturagiorgio.jpg
aperturabatt.jpg

La chiesa di S.Marzia su richiesta.  tel.

0341261020                

400px-Chiesa_di_Santa_Marzia[1] (FILEminimizer).jpg
aplorenzo.jpg
pan_lago.jpg

Una passeggiata a Oggiono tra arte e natura: una visita da prenotare 

bottom of page